The main Race 2015

pista copia

Esistono diversi tipi di organizzazioni per la gestione e realizzazione di gare importanti. Una di questa è capitanata dagli amici Giorgio Migliori e Ruggero Zanusso che anche questa volta hanno realizzato qualche cosa di grande sul tracciato di Parona Lomellina.
La pista, un enorme piazzale asfaltato a grana fine, ha un disegno molto vario, con parti scorrevoli e altre più strette e tortuose. Bello, con alcuni passaggi da “pelo” in cui bisogna credere nelle gomme. I cordoli sono bassi e ben sagomati riducendo al minimo l’intervento dei recuperi.
La zona box è ricavata nel prato adiacente il tracciato, sotto due enormi tensostrutture dove sono stati messi tavoli e panche sufficienti per tutti i partecipanti. Non mancano né punto di ristoro, né bagni, né aria compressa. Il palco guida è notevole, attrezzato anche per chi ha problemi motori con una lunga rampa e un posto dedicato. Insomma… c’è poco da chiedere in più a un impianto.
Le giornate della gara 2Stagioni (primavera ed estate – 20 e 21 giugno) sono molto calde, con punte di 34 gradi hanno messo a dura prova macchine, piloti e soprattutto le gomme, costrette a subirsi un programma di gara lungo e impegnativo. Due treni concessi a tutti i piloti e inclusi nell’iscrizione per fare una prova cronometrata per gestire poi le manche di qualificazione, 6 qualifiche e 3 finali.
Le classifiche sono round by round con 3 risultati validi. Interessante il gioco dello sfruttamento delle gomme. C’è chi il secondo treno l’ha usato subito, chi nella seconda metà delle qualifiche e chi ha preferito perdere qualche cosa negli ultimi turni di qualifica e averle freschissime in finale.

Tutto perfetto? Purtroppo no. Vorrei dire che la gara si sia svolta senza incidenti, senza polemiche e senza grattacapi, ma purtroppo anche questa volta non è così. Nulla di veramente grave se non per l’inqualificabile atteggiamento di alcuni personaggi, peraltro non coinvolti nell’incidente che ha scatenato la questione. Dato che a fine gara ho dato una mano a smontare tavoli e tendoni, pari fastidio mi ha dato dover raccogliere la spazzatura di pochissimi “maiali” che hanno lasciato di tutto sotto e sopra i tavoli a fine gara. Per fortuna gli altri, in realtà sono quasi tutti, hanno usato i cestini e lasciato pulito. Eppure i cestini c’erano e anche ben capienti… in tutto il giorno non sono riusciti a buttare il tovagliolo del panino?
Finite le lamentele contro le poche persone negative per l’ambiente generale del nostro hobby torniamo alla gara.
Quatto le categorie in gara, la touring modificata, la stock 13,5 e la LRP17,5 oltre alla promozionale F1 21,5 che ha visto al via solo due piloti il sabato e un terzo la domenica (aggiuntosi per fare numero)
Tecnicamente solo alcune piccole novità sulle macchine, alcune artigianali, altre after market altre ufficiali. Onestamente ce ne sarebbe una di rilievo, ma vi dico solo che si riesce a vedere in alcune foto. A voi trovarla 🙂

Gallery
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.421032781433778.1073741852.294254194111638&type=3

Per la cronaca di gara nella categoria modificata dominio quasi indiscusso di Collina che ottiene una pesantissima pole position e una perentoria vittoria senza lasciare nulla agli agguerriti avversari.
Nella stock bella vittoria di Bertuzzi davanti a Pignataro che sfrutta un errore e supera in extremis Fabiano sul traguardo della terza finale.
La LRP 17,5 vede in pole position la strepitosa Awesomatic di Belotti che purtroppo subisce qualche contatto di troppo nelle finali e non concretizza un risultato alla sua portata. Vince Raffo su
Zanon e Angilieri.
La divertente F1, purtroppo agonisticamente poco rilevante per le assenze dell’ultimo minuto non comunicate, vede vincere “Enry the Rabbit”, davanti a Luca e Andrea… mai fatto una finale ridendo come fatto in queste tre. Forse lo spirito migliore visto in pista oggi è stato proprio questo: “Va bene se per regolamento in finale ognuno deve fare una cavolata?”

per raggiungere le classifiche:
http://www.datacomsas.it/gmiglio/TMR2015/

Gallery
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.421032781433778.1073741852.294254194111638&type=3

Testo e foto di:
Andrea Brianza

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s