Stampa 3D per modellismo

La stampa 3d oggi offre numerose opportunità per chi vuole modificare e rendere più accattivante un modello RC, ma non solo.
In ABC ormai, da tre anni a questa parte, progetto interamente a computer tutti modelli per intero e l’esperienza di una vita lavorativa, di una seconda vita hobbystica nel settore del modellismo e quella ultima sulle nuove tecnologie ormai mi ha portato a selezionare con una certa facilità vari materiali secondo le necessità d’uso pratico.
Si possono stampare resine, nylon, ottone, bronzo, metalli prezioni (oro argento e platino), PLA, alluminio, acrilici elastici o trasparenti sfruttando diverse tecnologie e risoluzioni di precisione di vari macchinari.

Braccio sospensione anteriore per VBC Flash04 e successivi modelli.3.jpg

Progettare particolari per modelli 1/10, ma anche più grandi o per “macchine volanti” è una cosa fattibile, anzi, per certi versi anche semplice rispetto un modello 1/43 di quelli che realizzo normalmente.

ABC ha già collaborato direttamente con alcune “aziende” del settore RC fornendo particolari funzionanti su disegno dell’azienda servita, ad altre abbiamo fornito noi i disegni 3d di quello che volevano realizzare e noi stessi abbiamo realizzato optional per sviluppare alcuni modelli esistenti. Insomma modellismo a 360°: progettazione, consulenza per il semplice service esterno o realizzazione del pezzo tramite fornitori esterni di nostra fiducia.
Ovviamente i disegni dei differenziali, dei supporti motore o di altri particolari meccanici forniti in tornitura non ve li mostro. La fiducia reciproca sulla riservatezza in certi frangenti è sacra, anche se a volte è mal riposta.

Eccentrici per F1 varie, da sinistra: tamiya e simili per assi metrici, tamiya e simili per assi imperiali e infine Team Saxo per cuscinetti imperiali.1.jpg

 

Certo i tempi non sono immediati, ci sono le tolleranze di produzione che a volte fanno saltare uno o due decimi, ma chi ha fatto fare dei pezzi tramite ABC ha sempre avuto un pezzo funzionante, mentre quando ha fatto di testa propria… a volte pochi euro di differenza fanno la differenza tra un brutto fermacarte e un pezzo meccanico funzionante, da testare con in pista.
Ma si possono fare anche cose artistiche…

 

Qui tre esempi di caschi personalizzati per F1, 1/10, si possono scalare e deformare per farli anche in altre dimensioni e adattarli ai modelli che vogliamo.25.jpg

 

 

Advertisements

3 thoughts on “Stampa 3D per modellismo

  1. Giuseppe

    Salve, trovo il suo articolo molto interessante, lavoro anche io con software di modellazione grafica 3D, e sono appassionato di automodellismo RC da sempre, vorrei chiederle se usa Rhino solo come visualizzatore di file o lo usa anche come software di progettazione. Grazie mille, un saluto, Giuseppe.

    Reply
  2. brianzaandrea Post author

    Buonasera Giuseppe
    Rhino è il programma che uso quotidianamente per la modellazione e progettazione di miei automodelli statici che realizzo per lavoro. Per fare quello che faccio io normalmente va benissimo. Esistono programmi più indicati alla progettazione meccanica “funzionante” come inventor, solidworks, catia, e molti altri. Direi che ogni tipo di lavoro ha il suo programma ideale e che ogni programma ha delle potenzialità in certi aspetti e delle difficoltà in altri.

    Le parti che ho disegnato io sono prevalentemente piccoli accessori o modifiche su disegni preesistenti, tra cui anche parti di differenziali che hanno retto ai test in pista. Per questo tipo di lavoro “artistico” Rhino funziona molto bene, però… se dovessi partire da un foglio bianco per realizzare una macchina intera funzionante e avendone la disponibilità, non userei Rhino ma uno di quei programmi citati prima. Programmi che permettono simulazioni di funzionamento, valutano incastri, tolleranze, pesi, moduli di resistenza… tutte cose che ammetto di non saper usare e che già nel caso del differenziale avrebbero aiutato parecchio nella realizzazione dei disegni.
    I problemi, semmai, arrivano con le tolleranze di produzione delle stampe 3D, che come anticipavo nell’articolo, a volte non sono l’ideale non arrivando alla precisione di un buon CNC.

    Reply
  3. Giuseppe

    Grazie Andrea per la risposta, sei stato più che esaustivo, io anche uso Rhino quotidianamente per lavoro, e mi piace molto come software, però devo ammettere che in alcune circostanze di progettazione trovo più comodo usare un software parametrico. Ma Rhino rimane comunque la migliore soluzione ad un lavoro tendente all’artistico. Ti do pienamente ragione sul discorso tolleranze, noi qui in ufficio abbiamo una stampante Form2, un’ottimo prodotto, ma le tolleranze le trovi solo stampando e provando, non ce ancora la precisione che si è raggiunta con frese CNC, però credo che siamo sulla buona strada, è una tecnologia fantastica.
    Grazie mille per lo scambio di opinioni, mi permetto di dirti che fai un lavoro stupendo, io amo il modellismo dinamico e il disegno meccanico, chi sà che magari un giorno non riesca pure io a combinare le mie due più grandi passioni in un lavoro 🙂
    Grazie ancora un saluto Giuseppe.

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s