Pan Car Master

DSCN1916

Lostallo, nel primo week end di giugno ’19, ha ospitato una gara che oggi è ormai un cult tra gli appassionati delle auto senza sospensioni. 

F1, F1 Classic, pro10 e 1/8 elettriche si sono sfidante sulle diverse configurazioni del tracciato svizzero durante il pan car master organizzato da Andy Frattaroli, Mr. Downforcerc. 

DSCN1989

Una macchina organizzava di tutto rispetto, una serie di regolamenti semplici, per tutti i gusti e una pista che offre sempre grandi sensazioni ai piloti. 

DSCN2007

F1 e pan car hanno vissuto gare combattute e complesse grazie alle condizioni meteo particolarmente variabili. Pioggia, sole, umido, asciutto, ancora pioggia… ad ogni giro di finali, in continua evoluzione e involuzione. Clima variabile oggi ha trovato una nuova definizione e nuovi limiti.

DSCN2004

La gara si è svolta in piena tranquillità. Pochissimi i problemi di “traffico” in qualifica, soprattutto nella F1, e nelle fasi finali a parte qualche partenza “allegra” non ci sono stati problemi. Insomma sono stati due giorni tra amici.

La F1 è stata vinta avvincente, con 14 modelli in pista durante le finali da 10 minuti ciascuna.

DSCN1955

La F1 Classic (telai appositamente costruiti per questa nuova categoria vestiti con carrozzerie anni ’60) si fa ammirare ai box per le forme a sigaro con colorazioni replica facili da sviluppare. Spettacolare questo tributo a Bandini, peccato il motore 8 cil. al posto del 12 “spaghetti” che Lorenzo usò in quel tragico G.P. Di Monaco.

DSCN2094

Favolose le pan car 200 e 235 mm che hanno corso con varie configurazioni di motore. Stock 13,5, Stock 10,5 e libera. Ho visto molte carrozzerie protoform e Vip.

dav

La classe che però mi ha più entusiasmato e affascinato é la 1/8 elettrica. 

4s sia per le ammortizzate che per le rigide che però hanno anche la limitazione del motore 1900 Kv. Le differenze di velocità e prestazione in questo modo non sono esagerate. Il minor peso e la scorrevolezza delle rigide permette loro di non pagare eccessivamente i Kv di differenza con le sorelle ammortizzate. Una filosofia di gara ben diversa da quella che abbiamo in Italia. Diverso il tempo a disposizione e diverse le prestazioni, chi avrà ragione?

dav

In particolare sono rimasto colpito dal nuovo telaio Buri2. Stretto, leggero, con lavorazioni di pregio e una nuova distribuzione dei pesi e della trasmissione che me la rende ancora più affascinante di quanto sapessi già.

Bella bella! 

Ora non resta che segnarsi la data per il prossimo anno, sempre a Lostallo nel week end dal 29 al 31 maggio!

Andrea Brianza
(Le foto in pista sono gentilmente concesse da Emiliano D’aria)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s